Seguici su

Progetto Parco delle Sorgenti

Progetto Parco delle Sorgenti

Abstract




Il progetto del così detto “Parco delle Sorgenti”, con livello di progettazione definitiva, andrà a riqualificare un’area sterrata interclusa nelle maglie urbane a ovest del centro urbano e nella parte sud del quartiere “De Sinno”. Il nome “sorgenti” è dovuto alla toponomastica del luogo in quanto parallelamente all’area di progetto a est, passa interrato l’antico acquedotto romano che portava l’acqua delle sorgenti di Statte a Taranto.

La nascita del Parco delle Sorgenti pone le basi per una importante programmazione di attività e percorsi didattici in ambito sportivo, ludico, ambientale e formativo oltre che l’inserimento di piccole attività commerciali di grande importanza per la gestione e presidio dell’area interessata dal progetto. Il parco tiene inoltre conto di parte delle istanze che erano state individuate dal Forum delle Associazioni in collaborazione con l’Amministrazione Comunale nell’ambito del progetto “La piazza dello sport” (24 settembre 2019).
A tal proposito infatti è utile ricordare l’importante partecipazione al Forum dei cittadini, delle parrocchie, dei partenariati economici e sociali e di molte associazioni che è stata un’occasione per raccogliere idee e progetti per una programmazione orientata all’offerta di servizi al cittadino.

Questi eventi hanno visto la partecipazione di innumerevoli realtà ed associazioni Stattesi , che hanno dato il loro contributo alla partenza sdel progetto.



L'area di Intervento :

L’area di intervento misura circa 21.654 mq (da fonte Catastale) ed è situata in posizione panoramica che da Statte guarda verso la piana dell’Arco Jonico Tarantino. È circondata da edifici residenziali di uno o due piani e dalla scuola secondaria di primo grado Leonardo Da Vinci. Ad est costeggia il tessuto urbano consolidato e ad ovest quasi a ridosso dei residui di gravine e cave che si affiancano alla grande Gravina di Leucaspide che caratterizza il luogo e che potremmo definire “dominate paesistico ambientale” di un’ampia parte di paesaggio stattese. Il territorio è infatti caratterizzato da un sistema di gravine, profonde incisione carsiche con andamento nord-sud.

Il progetto ingloba un residuo di gravina presente nell’area a sud ovest del sito e potenzia in modo sostanziale l’infrastrutturazione verde inserendo una passeggiata che attraversa per lungo, da est a ovest l’area, supera una strada carrabile di nuova costruzione che connette la zona sud con la zona nord del quartiere e rappresenta la struttura portante, l’interfaccia lineare e pedonale alla quale si agganciano tutte le funzioni del parco polifunzionali , che prevede con certezza un’area adibita ai giochi per bambini, ma non esclude future aggiunte , per lo sviluppo di ulteriori attività o sport.

 

 

Versione non definitiva del progetto ma in fase di sviluppo continuo



L'intervento - In breve

L’intervento prevede la realizzazione di un parco ludico-sportivo con piccole attrezzature commerciali (bar-pizzeria) e didattiche (aula didattica, orto didattico, attrezzature sportive per l’avviamento allo sport). L’area di intervento (Tav PROG 00) misura 21.150 mq così suddivisi:

  • 4750 mq per attività (sportive, per lo svago e ludico-didattiche)
  • 16350 mq per infrastrutturazione verde urbana e percorsi pedonali e ciclabili

L’area presenta una serie di criticità:

  • assenza di infrastrutture per la mobilità in un’area già urbanizzata;
  • assenza di piantumazioni in gran parte dell’area esclusa la zona più naturale che presenta tratti di gariga e macchia piuttosto interessanti;
  • assenza di zone d’ombra in gran parte dell’area;
  • indefinitezza generalizzata di un’area interclusa tra le maglie urbane;
  • assenza di attrezzature legate alle funzioni esistenti (residenza e scuola);
  • assenza di valorizzazione degli elementi naturali di pregio esistenti e rischio di eradicazione con impoverimento del valore ambientale di una parte dell’area;
Come si presentava il sito ad inizio lavori

Obiettivi del progetto:

Il progetto ha le seguenti finalità:

 

Come detto il progetto prevede l’inserimento di tre elementi progettuali fondamentali:

  • un sistema di percorsi carrabili, pedonali e ciclabili;
  • un complesso di campi e aree attrezzate per le attività sportive;
  • un sistema di aree verdi con il fine di inserire un nuovo servizio ecosistemico urbano oggi non presente.

La proposta di intervento andrà a costituire un grande parco urbano con un’area sportiva attrezzata e servizi didattici fortemente integrata con il tessuto urbano circostante e con la stratificazione dei segni dei residui di gravina e natura spontanea presenti nell’area.

L’obiettivo principale è creare una grande area attrattiva per la città e per il territorio circostante. Si tratta di un progetto strategico per l’Amministrazione Comunale in quanto ridisegna un’area che da una parte oggi presenta una vitalità potenziale data la presenza della scuola media e delle residenze che circondano l’area con una densità abitativa circostante che rende la zona particolarmente frequentabile dalle giovani generazioni, dall’altra le previsioni del Piano Urbanistico Generale assegnano al contesto urbano una connotazione  di       densificazione                      attraverso l’inserimento  di  “Contesti urbani prevalentemente residenziali di nuovo impianto a media densità” nelle aree a sud del Parco e una serie di “Contesti urbani residenziali di nuovo impianto ad alta densità” nei quartieri limitrofi e in particolare nell’area a nord-ovest del sito di progetto.

 

L’intento è quello di dare all’intervento un carattere multifunzionale facendone un polo aggregativo di notevole impatto sul tessuto sociale della città e un attrattore per varie fasce di età e con interessi differenziati con l’aspettativa di avere un bacino di utenza allargato ai paesi limitrofi.

Come si presentava il Parco prima delle opere di riqualificazione


Le idee dei giovani cittadini!

Come già anticipato , in fase di studio del progetto abbiamno preso inconsiderazione tutti i cittadini , anche i più giovani che hanno portato diversi spunti a quali potessero essere le funzionalità di questo parco, infatti , non solo hanno dato spunto di idee , ma tramite una collaborazione con il comune hanno avuto la possibilità di illustrare graficamente tramite dei disegni , ciò che avrebbero desiderato nel parco.



Lo stato dei lavori

Lo Status dei lavori è in perenne avanzamento, ma a causa di alcuni ritrovamenti archeologici , ci sono stati dei ritardi sulla tabella di marcia , che comunqie sta volgendo al termine.


Dove si trova il parco?

ING. MAURO DE MOLFETTA

Il video di presentazione del progetto!

Fondi Stanziati : € 1.180.000

Condividilo dove vuoi :

Facebook
Twitter
Pinterest

Guarda Altri Articoli pubblicati :